SEZIONI NOTIZIE

Stirpe durissimo: "Due promozioni e Frosinone escluso dalla A? Vinceremmo a mani basse in Tribunale"

di Andrea Pontone
Vedi letture
Foto

Intervistato dal quotidiano Il Tempo, il patron del Frosinone Calcio Maurizio Stirpe ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Presidente, partiamo dall’economia: cosa serve all’Italia per scongiurare la crisi?
"La priorità del Governo deve essere non far mancare liquidità alle imprese, l’unico meccanismo di redistribuzione tra le famiglie e gli altri attori dell’attività economica e produttiva. Lo Stato può fornire la garanzia pubblica al sistema bancario e al termine di questo processo le imprese dovranno essere messe in condizione di restituirla in tempi adeguati. Come Confindustria abbiamo fatto delle proposte, che per certi aspetti rispecchiano altre elaborate da autorevoli esponenti del mondo politico e sociale, spero che si passi dalle parole ai fatti. Non pensiamo che forme di distribuzione di denaro alla stregua della «Helicopter money» siano più adeguate".

Cosa ne sarà invece del calcio?
"Sotto certi aspetti è una delle attività più colpite anche rispetto a quelle di tipo tradizionale. Difficile fare ipotesi, già prima era un mondo abbastanza indebitato e rischia un forte ridimensionamento".

Si pensa a quando e come ripartire, in Serie B siete tutti d’accordo.
"Riteniamo che il campionato debba concludersi sul campo, come e quando è difficile ipotizzarlo. Tanti di noi pensano che si debba chiudere a porte aperte, altri che bastino le condizioni minime di sicurezza per giocare a porte chiuse, le sensibilità sono tante".

Lei resta tra i primi.
"Assolutamente sì, il valore del calcio è molto basso, terminando a porte chiuse e magari cominciando così l’anno prossimo renderemmo un pessimo servizio al nostro movimento. Il problema è non fargli perdere valore".

State studiando delle misure?
"Deve esserci una ricomposizione dei costi e la modifica degli strumenti normativi che impediscono ai costi di ridursi e ai ricavi di aumentare. Il Decreto Dignità andava abolito per tanti altri motivi e questa è una ragione in più, ma anche la legge 91 è anacronistica e può essere l’occasione per modificarla".

E il taglio degli stipendi dei calciatori?
"La discussione con l’Aic non deve riguardare solo quest’anno, ma anche le prossime stagioni perché non ci sono più i ricavi per sostenere accordi stipulati prima. È la voce più importante per una società, la rinegoziazione del costo del lavoro deve essere profonda e toccare anche gli adempimenti fiscali e contributivi".

Il tema principale resta la ripresa dei campionati. Lei ha proposto di spalmare la stagione su 2 anni.
"È l’unico sistema che consentirebbe di avere un risultato sul campo, evitare decurtazioni di stipendi e di incassare tutte le tasse. I tifosi non ci rimetterebbero sugli abbonamenti, come sponsor e televisioni, si giocherebbe a porte aperte e in sicurezza. È solo una posizione di buonsenso, neanche così innovativa. Cristallizzare tutto qui non terrebbe conto del campo e aprirebbe a contenziosi legali".

Se invece si fermasse tutto allargando la Serie A a 22 per il Frosinone terzo sarebbe una beffa.
"Ma che senso ha? Non riesco a capire perché le promozioni dalla Serie B dovrebbero essere due, sono tre e la modalità dei playoff per la terza viene fatta sempre in deroga alle disposizioni. È una proposta assurda fatta da qualcuno che tende a voler trarre vantaggio anche da situazioni drammatiche. Se poi la attuassero il Frosinone vincerebbe la sua controversia legale a mani basse".

Altre notizie
Lunedì 25 maggio 2020
12:30 News Un anno fa l'ultima partita in giallazzurro di Sammarco: ecco che fine ha fatto 11:30 News Trapani, Porchia sulla ripresa: "Scongiurerebbe il caos verdetti" 10:45 News Aic, Tommasi: "Se ci sono le condizioni, i calciatori sono contenti di ripartire" 10:15 News Spadafora: "Il 28 potremo decidere se ripartire col campionato" 09:00 News Un anno fa l'ultima partita del Frosinone in Serie A: uno scialbo 0-0 contro il Chievo
PUBBLICITÀ
07:00 News Daniel Ciofani ricorda Gigi Simoni: "Una persona schietta e sincera" 05:00 News Corsi, pres. Empoli: "Questa può essere l'occasione per nuove riforme nel mondo del calcio" 01:00 News Liverpool-Atlético Madrid "partita killer": 41 spettatori morti di Coronavirus 00:00 News Malagò sulla ripresa del campionato: "Non è così scontato che tutto finisca bene"
Domenica 24 maggio 2020
15:30 Calciomercato L'ex canarino Fiamozzi ha convinto l'Empoli: il club toscano punta alla permanenza dell'esterno 14:30 News Pordenone, accordo in vista con Gavazzi: annuale con opzione per la stagione successiva 13:30 News Ascoli, Pulcinelli: "La salvezza è un obbligo, difficile arpionare i playoff. Scamacca il futuro della Nazionale" 12:30 News Frosinone, buone notizie: "Due positivi ai test sierologici ma nessuno ai tamponi' 11:30 News Crotone-Frosinone: ricomincia l'operazione Serie A 10:45 News Benevento, messaggio di Vigorito: "Dobbiamo andare, è tempo di volare verso la Serie A" 10:15 News Ripresa del campionato, gli arbitri hanno delle preoccupazioni: ecco quali 09:00 News Frosinone, capitan Brighenti: "Con Nesta esperienza positiva. Ripartiamo dalla solidità difensiva" 07:00 News Il Sindaco Ottaviani: "Questo momento ci ha insegnato e ribadito il valore della gratitudine" 05:00 News Pistocchi: "Longo, media punti bassissima. Che obiettivi ha il Toro?" 01:00 News Caos Juve Stabia, si dimette D'Elia: "Vado via per il bene di questo club"